Vai alla home di Parks.it

Villa Cavour a Santena

Villa Cavour a Santena
Villa Cavour a Santena

Dove riposa Camillo Benso

Storia

L'idea di costruire quella che oggi è nota come Villa Cavour, prezioso e celebre patrimonio della città di Santena, si deve a Carlo Ottavio Benso, conte di Santena, che tra il 1708 ed il 1710 avviò la demolizione delle rovine dell'antico castello quadrato, risalente alla prima metà del Cinquecento e del quale furono conservati un ampio terrazzo e la famosa Sala delle Corone.
Per ampliare la proprietà, nel 1714 Carlo Ottavio Benso (che apparteneva al ramo di Santena della famiglia Benso) comprò dal Marchese Federico Tana di Baiard il "castellazzo" e dalla stessa persona e da Giovan Battista Fontanella di Baldissero un altro castello cascina in rovina, che sorgeva sul luogo su cui ora si trova la Sala detta "del Consiglio".
Il progetto per la nuova villa fu commissionato all'architetto Francesco Gallo, autore tra l'altro della cupola ellittica del Santuario di Vicoforte, nei pressi di Mondovì. Il progetto del Gallo, eseguito tra il 1712 e il 1720, prevedeva un basamento a scarpa, utilizzato come cantina, un piano nobile con mezzanino, in realtà occupato al centro dal salone d'onore, un secondo piano con lungo balcone e, sulle ali laterali, un terzo piano.

Altre informazioni

Comune: Santena (TO)  Regione: Piemonte


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016