Vai alla home di Parks.it

Castagne fresche e secche, Marroni

Castagne fresche e secche, Marroni
Castagne

Le castagne rappresentarono in passato un alimento fondamentale nell'alimentazione degli abitanti dell'Appennino; la farina di castagne, macinata nei mesi invernali, doveva durare un intero anno ed era destinata a diverse preparazioni per tutta la famiglia: ciacci, polenta, castagnaccio... Le castagne sono di piccole dimensioni, schiacciate su un lato, hanno buccia resistente e colore bruno scuro. I marroni sono più grossi, hanno buccia striata di colore marrone chiaro, il frutto è privo della pellicina interna alla polpa. Da queste caratteristiche derivano i diversi utilizzi: il marrone è destinato al consumo e alla vendita come frutto, le castagne, soprattutto le più piccole e scarse di polpa, sono di solito sottoposte a trasformazione come farina. Il periodo della raccolta del frutto del castagno inizia il mese di ottobre e si protrae, a seconda della specie, fino alla fine di novembre.

Per altre informazioni sulle tradizioni alimentari e agricole nel Parco, puoi richiedere il Quaderno di Educazione ambientale n. 16 "La storia a tavola" a cura di Davide Palumbo e per coop Madreselva. Trovi la ricetta dei Ciacci tradizionali alla pag. 25 della pubblicazione "Il nostro Parco e la nostra Riserva".

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Orientale