Vai alla home di Parks.it

Punti d'interesse

 

Pacentro, il borgo medievale


Uno dei "Borghi più Belli d'Italia"

Il fascino dell'Italia nascosta nel cuore del Parco Nazionale della Majella
A meno di 10 km da Sulmona, il borgo di Pacentro offre un patrimonio naturalistico, storico e culturale di grande valore nella maestosa cornice del Parco Nazionale della Majella.
Il paese, perso tra il verde rigoglioso della vegetazione che lo circonda e l'azzurro del cielo verso cui si slanciano imponenti le torri del suo Castello, è un gioiello di pietra bianca e malta. All'interno di questo scenario unico trovano posto riti antichi che rivivono ancora nelle manifestazioni e nel folklore locale, sapori genuini della tradizione contadina e saperi profondamente segnati da un rapporto intimo con gli elementi naturali. Uno dei "Borghi più Belli d'Italia" ti aspetta per un viaggio attraverso l'intrico dei suoi vicoli secolari.


 
Gli altipiani Maggiori
Gli altipiani Maggiori
La Valle dell'Orta panorama
La Valle dell'Orta panorama

Visitare il Parco

Il Parco in tutte le stagioni dell'anno offre al visitatore uno scenario mutevole e di straordinaria bellezza.
La primavera inoltrata è la stagione delle fioriture e, insieme all'autunno, il momento migliore per visitare paesi ed eremi. L'estate è la stagione più consigliata per percorrere i sentieri. Ottobre incanta con i mille colori delle faggete e conduce verso l'inverno che, con il suo manto bianco, rende il paesaggio particolarmente suggestivo.
La diversità degli ambienti, la ricchezza della natura, le testimonianze lasciate dalla presenza dell'uomo fanno della Majella il luogo ideale per l'attività escursionistica che consente, tra l'altro, al visitatore di scoprirla nei suoi aspetti più nascosti.
I percorsi per gli appassionati di trekking sono, a volte, lunghi e faticosi; quelli che si sviluppano prevalentemente in alta quota richiedono minore fatica, ma restano comunque impegnativi, sia per le condizioni climatiche che per le difficoltà di orientamento. Pertanto si consiglia di non allontanarsi dal tracciato dei sentieri individuati dal Parco e di affidarsi all'esperienza di personale qualificato, sia per ottenere informazioni che, eventualmente, per essere accompagnati.
L'ingresso al Parco è libero e gratuito.


 
S. Onofrio al Morrone
S. Onofrio al Morrone
S. Angelo di Lama dei Peligni
S. Angelo di Lama dei Peligni

Eremi e luoghi di culto rupestri

Nei silenzi delle rupi e dei boschi della Maiella e del Morrone, eremiti spesso senza nome hanno cercato il deserto, simbolo della vita naturale.
Qui hanno vissuto in solitudine, privazione e preghiera. Qui hanno lasciato i loro eremi. Luoghi senza tempo fatti di nuda pietra e di immateriale spiritualità.

Nei silenzi delle rupi e dei boschi della Maiella e del Morrone, eremiti spesso senza nome hanno cercato il deserto, simbolo della vita naturale.

Qui hanno vissuto in solitudine, privazione e preghiera. Qui hanno lasciato i loro eremi. Luoghi senza tempo fatti di nuda pietra e di immateriale spiritualità.

- See more at: http://www.parcomajella.it/uomo-e-territorio/eremi-e-luoghi-di-culto-rupestri/#sthash.cvTSe0zU.dpuf

Nei silenzi delle rupi e dei boschi della Maiella e del Morrone, eremiti spesso senza nome hanno cercato il deserto, simbolo della vita naturale.

Qui hanno vissuto in solitudine, privazione e preghiera. Qui hanno lasciato i loro eremi. Luoghi senza tempo fatti di nuda pietra e di immateriale spiritualità.

- See more at: http://www.parcomajella.it/uomo-e-territorio/eremi-e-luoghi-di-culto-rupestri/#sthash.cvTSe0zU.dpuf


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Parco Nazionale della Majella