Vai alla home di Parks.it

Il Consiglio Direttivo dell'Ente Parco Nazionale della Sila approva la sesta variazione di bilancio di previsione 2020. Rinnovato per sei mesi l'incarico di Direttore f.f. all'ingegnere Domenico Cerminara

Il presidente Curcio: «A gennaio 2021, riavvieremo il percorso per far entrare la Sila nella rete dei Geoparchi Unesco»

(Lorica di San Giovanni in Fiore, 22 Dic 20) Il Consiglio Direttivo dell'Ente Parco Nazionale della Sila, guidato dal presidente Francesco Curcio, ha discusso le pratiche inserite all'ordine del giorno. Nel corso della seduta telematica di lunedì 21 dicembre, alla presenza di cinque consiglieri su sei, sono stati, infatti, approvati all'unanimità il verbale della precedente riunione e la sesta variazione di bilancio di previsione 2020. In riferimento a quest'ultimo punto, ha relazionato il direttore f.f. dell'Ente Domenico Cerminara. «Grazie ai finanziamenti stabiliti dal Ministero dell'Ambiente e dalla Regione Calabria in favore dell'Ente Parco - ha dichiarato Cerminara -, è stata effettuata una variazione al bilancio dell'esercizio finanziario 2020, prevedendo nella parte Entrata un maggiore contributo pari a euro 489.507,05, che si riflette in un egual importo da iscrivere nella partita delle spese. In particolare, tra le varie azioni da porre in essere, possiamo soffermarci sulle seguenti: oltre 65mila euro di contributo MATTM sarà destinato al recupero dei cosiddetti muretti a secco, tipici manufatti diffusi nei Paesi del Mediterraneo proclamati nel novembre del 2019 Patrimonio Immateriale dell'Umanità UNESCO, per cui abbiamo già realizzato un'analisi del territorio e una vera e propria progettazione; con più di 43mila euro, sempre derivanti dai finanziamenti del citato Ministero, continueremo a lavorare sul ripristino e sul mantenimento della rete sentieristica, questa volta in collaborazione con Federparchi e CAI Club Alpino Italiano, sulla scorta di una convenzione sottoscritta a livello nazionale; destineremo, invece, 85mila euro per attività dirette alla conservazione della biodiversità nel territorio del Parco, con fondi all'uopo stanziati con cadenza annuale dal suddetto Ministero dell'Ambiente. Da ultimo - ha proseguito Cerminara -, con circa 195mila euro di contributi stanziati dalla Regione Calabria, all'esito di un apposito Bando, ci attiveremo per la stesura e l'aggiornamento dei piani di tutela e gestione dei Siti Natura 2000 e di altre zone ad alto valore naturalistico».

Il Consiglio Direttivo ha, inoltre, approvato la proroga (per ulteriori sei mesi) dell'incarico di Direttore facente funzioni dell'Ente Parco allo stesso Domenico Cerminara che, contestualmente, ha accettato di proseguire il suo mandato, affermando: «Oltre a ringraziare i Consiglieri per la fiducia accordatami, sono certo che riusciremo a realizzare sinergicamente gli obiettivi prefissati per il 2021, così come è avvenuto, nonostante le difficoltà dovute all'emergenza sanitaria, per l'anno ormai trascorso».

Tra le varie ed eventuali è stato, infine, il presidente dell'Ente Parco Nazionale della Sila Francesco Curcio a sollevare una questione assai importante, su cui il resto dei Consiglieri si è mostrato concorde. «A gennaio prossimo - ha detto Curcio - avvieremo i procedimenti necessari a ottenere il riconoscimento Unesco di Geoparco. A tal proposito, sembra opportuno porre attenzione sul ritrovamento, in prossimità del lago Cecita nel 2017, dei resti inerenti, presumibilmente, a Elephas antiquus, antenato dell'elefante che comunemente conosciamo: i due reperti rinvenuti - una zanna e un molare - vennero inviati, per le conseguenti indagini, all'Università del Molise, ma, al momento, nulla, sulla questione, ci è stato comunicato. Solleciterei, dunque, la Soprintendenza Abap calabrese ad informarci dello stato dei relativi studi».

Hanno, tra gli altri, assistito alla seduta i funzionari dell'Ente Parco Barbara Carelli (in qualità di segretario verbalizzante) e Giuseppe Luzzi.

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale della Sila