Vai alla home di Parks.it

La crescenta montanara (o crescentina)

In origine, è una pasta di pane azimo (farina di frumento, acqua e sale), nel tempo arricchita di nuovi ingredienti, di forma circolare, che viene cotta per poi essere consumata insieme a companatico (ottima la crescentina con il pesto modenese, detta "condita").
In passato, per la cottura, si utilizzavano le tigelle (formelle artigianali in terracotta) precedentemente arroventate nel camino.
Notizie storiche e curiosità per conoscere questa antica tradizione, e per non confendere tigelle e crescentine, si trovano al Centro Visite del Parco-Mostra permanente della Tigella a Samone di Guiglia.

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Centrale