Vai alla home di Parks.it

Riserva Naturale Boschi del Giovetto di Palline

Banner Locale per la promozione del territorio

Punti d'interesse

Formicaio e porcini
Formicaio e porcini

Giovetto: ll bosco delle formiche

Il primo trapianto di formiche in boschi che ne erano privi, è stato effettuato nel 1950 nella pineta appenninica del M. Alpe (Appennino ligure in provincia di Pavia), dove era in atto una forte infestazione di Processionaria del pino (un bruco di farfalla che si nutre di aghi di pino).
Per questo esperimento sono state impiegate le formiche del Giovetto.
L'efficacia delle formiche trapiantate come agenti di freno nel ciclo della Processionaria hanno indotto ad effettuare ulteriori trapianti nei boschi in cui le formiche mancavano e la fonte principale di rifornimento del materiale da trapianto sono stati i boschi del Giovetto.
In questo modo, in varie località delle Alpi e Prealpi, dell'Appennino, della Sicilia, della Sardegna ed anche della Germania e del Canada sono stati costituiti nuclei di diffusione delle formiche rufe; dove i trapianti sono riusciti, si è stabilito un nuovo sistema permanente di relazioni fra fauna e foresta nel quale le formiche svolgono un attivo ruolo di controllo biologico degli insetti dannosi ai boschi.


share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste