Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale del Beigua

www.parcobeigua.it
 

Il Parco del Beigua protagonista alla BIT – Borsa Internazionale del Turismo alla fiera di Milano dal 16 al 19 febbraio

giovedi’ 16 febbraio alle 16.30, presso lo stand della Regione Liguria, verra’ presentata la nuova guida del Parco del Beigua

(Arenzano, 15 Feb 12) Una nuova ed aggiornata guida turistica per andare alla scoperta delle eccellenze del Parco del Beigua – la più vasta area naturale protetta della Liguria – dal 2005 riconosciuto come geoparco internazionale sotto l'egida dell'UNESCO.

Un territorio caratterizzato da una straordinaria biodiversità dove la bastionata rocciosa del gruppo del Beigua si getta nell'azzurro della riviera di Arenzano, Cogoleto e Varazze. 

Un'area protetta regionale di eccezionale valore naturalistico, segnalata a livello internazionale come paradiso per il birdwatchingin ragione del fenomeno della migrazione dei rapaci diurni (biancone sopra tutti gli altri) e che, da alcuni anni, ha visto tornare a nidificare l'aquila reale, in buona compagnia con gufo reale, codirossone, sterpazzola e oltre ottanta altre specie ornitologiche.  

Nelle aree più impervie e nascoste alla vista dell'uomo vive ormai stabilmente il lupo e dai suoi contrafforti affacciati sul mare non è inusuale scorgere le affusolate sagome delle balene sbuffare nello specchio acqueo di fronte a Varazze. 

Un comprensorio in cui nel giro di pochi chilometri si possono apprezzare fioriture tipiche della macchia mediterranea o imbattersi in preziose zone umide in quota, testimoni di epoche lontane in cui ghiaccio e rocce combattevano la loro battaglia quotidiana per modellare la superficie terrestre.

La guida turistica – un volume di 96 pagine, finanziato dal Sistema Turistico Locale del Genovesato nell'ambito del progetto "Vivere la Natura" – illustra con un ricco supporto fotografico a colori, i percorsi più panoramici ed i siti di maggiore attrazione del Parco del Beigua. Nel comprensorio dell'area protetta l'appassionato escursionista può usufruire di una fitta rete sentieristica che si sviluppa per circa 500 km. e che permette di ammirarne ed apprezzarne le bellezze ambientali e storico-culturali. Seguire le percorrenze segnalate dal Parco lungo entrambi i versanti (tirrenico o padano) o lungo la dorsale contraddistinta dall'Alta Via dei Monti Liguri è come sfogliare un magnifico libro in cui sono raccontate e rappresentate la storia dell'uomo e della natura.

Ma il Parco del Beigua non è importante solamente per la sua elevata biodiversità ma è caratterizzato anche da un prezioso patrimonio di testimonianze storico-culturali, presenti sul territorio o conservate nei musei, che raccontano l'evoluzione degli insediamenti umani e le importanti vie di commercio tra costa e pianura padana che lo attraversavano.

La guida del Parco si sofferma sulle più importanti ed affascinanti emergenze, rivelando come fin dall'antichità il comprensorio del Parco del Beigua abbia registrato una presenza significativa, condizionante e rassicurante dell'uomo a presidio delle risorse ambientali presenti in questa porzione del territorio ligure. A partire dai reperti paletnologici (incisioni rupestri) che testimoniano come le selve del Beigua fossero frequentate già in epoca preistorica da cacciatori e pastori, passando al ruolo sempre più importante  che la zona assunse quale crocevia di importanti vie di commercio tra la costa e la pianura padana, con il notevole impulso fornito nel territorio della Valle dell'Orba dall'insediamento dei Monaci Cistercensi presso la Badia di Tiglieto (fondata nel 1120), fino alle tradizionali attività agricole e di gestione del bosco che hanno definito l'uso del territorio negli ultimi secoli. Di particolare interesse anche ilCastello medievale di Campo Ligure o il Forte Geremia a Masone, le diverse attività produttive che hanno contraddistinto il territorio del parco: l'industria cartaria, concentrata soprattutto nelle valli di Arenzano (Cantarena e Lerone); le ferriere che ebbero il loro massimo sviluppo nel Sassellese e nelle valli Stura e Orba; le vetrerie diffuse dapprima in Valle Stura, quindi anche nella Valle dell'Orba; la filigrana fiorente e caratteristica attività che ha fatto di Campo Ligure  un centro artigianale conosciuto a livello internazionale; per non parlare delle produzioni legate alla forestazione ed alla lavorazione del legno (con i tradizionali mestieri dei taglialegna, dei segantini, dei cestai, dei bottai).

Dopo una colorata carrellata dei dieci Comuni che fanno parte del Parco del Beigua (Arenzano, Campo Ligure, Cogoleto, Genova-Voltri, Masone, Rossiglione, Sassello, Stella, Tiglieto, Varazze), la guida esalta anche le prelibate produzioni agro-alimentari testimoni della tradizione locale: dagli "amaretti di Sassello", ormai esportati in tutto il mondo, agli squisiti "crumiri di Masone"; dall'ampia gamma di prodotti caseari (latte e formaggi) alle diverse lavorazioni delle carni bovine e ovine; dai saporiti frutti di bosco, all'ambita raccolta e conservazione dei funghi, per finire con i deliziosi mieli, preziosi indicatori ambientali delle vallate del Parco.

Nelle ultime pagine, infine, alcune informazioni utili per visitare il comprensorio del Beigua scegliendo il periodo più adatto e le diverseopportunità di soggiorno ("esercizi consigliati" sulla base di uno speciale disciplinare di qualità promosso dall'Ente Parco): dalle aziende agrituristiche agli alberghi-rifugi collocati nel cuore dell'area protetta; dalle locande ai numerosi bed&breakfast frequenti nell'entroterra e nei Comuni rivieraschi.

DAL PROSSIMO MESE DI MARZO LA NUOVA GUIDA DEL PARCO (EDITA DA SAGEP GENOVA) SARA' DISPONIBILE ANCHE IN LINGUA INGLESE.

CONTATTI:

ENTE PARCO DEL BEIGUA

Via G. Marconi 165 – 16011 Arenzano (GE)

tel. +39 0108590300 – fax +39 0108590064

sito web:  www.parcobeigua.it

e-mail:      info@parcobeigua.it

copertina nuova Guida Turistica Parco del Beigua ITALIANO
copertina nuova Guida Turistica Parco del Beigua ITALIANO
copertina nuova Guida Turistica Parco del Beigua INGLESE
copertina nuova Guida Turistica Parco del Beigua INGLESE
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco del Beigua