Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale del Beigua

www.parcobeigua.it

Itinerari

Nel comprensorio del Parco del Beigua esiste una fitta rete escursionistica che si sviluppa per circa 500 km e permette di ammirare ed apprezzare le bellezze ambientali e storico-culturali del comprensorio.
Percorrere i sentieri del Parco è come sfogliare un magnifico libro in cui sono raccontate e rappresentate la storia dell'uomo e della natura.
Per valorizzare questo patrimonio il Parco del Beigua è intervenuto realizzando percorsi attrezzati, supportati da pannelli e materiali divulgativi, che consentono al visitatore di apprezzare al meglio alcuni degli elementi naturalistici, storici e culturali visibili lungo il tracciato prescelto.
All'interno dell'area protetta e nel comprensorio circostante sono presenti strutture ricettive, rifugi e ripari non custoditi che consentono agli escursionisti di poter programmare soste prolungate per poter meglio apprezzare la rete sentieristica del Parco.
L'Ente Parco del Beigua ha altresì allestito numerose Aree Verdi attrezzate in cui è possibile trascorrere momenti di relax e ristoro in piena armonia con la natura circostante.

Vuoi dirci come è stata la tua esperienza nel Parco del Beigua e darci qualche suggerimento per migliorare? Compila il questionario di soddisfazione

Altre informazioni

Sentieri nel Parco
Sentieri nel Parco
I Sentieri Natura nel Parco
I Sentieri Natura nel Parco

Sentieri Natura

Per valorizzare il patrimonio presente nel comprensorio il Parco del Beigua ha scelto di realizzare cinque "Sentieri Natura"; percorsi attrezzati, supportati da pannelli e materiali divulgativi, che consentono al visitatore di apprezzare al meglio alcuni degli elementi naturalistici, storici e culturali visibili lungo il tracciato prescelto.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoAlpicella NeoliticaAlpicella NeoliticaA piedi A piedi
T - Turistico
30 min + 1h 40min
Elevato interesse: panorama Elevato interesse: archeologia 
Mappa con itinerario georiferitoCurlo - Passo della GavaCurlo - Passo della GavaA piedi A piedi
E - Escursionistico
2 h
Elevato interesse: flora Elevato interesse: bird watching Elevato interesse: panorama 
Mappa con itinerario georiferitoIl canyon della Val GargassaIl canyon della Val GargassaA piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
4 h
Elevato interesse: geologia Elevato interesse: panorama 
Mappa con itinerario georiferitoIl Percorso Botanico dell'Eremo del DesertoIl Percorso Botanico dell'Eremo del DesertoA piedi A piedi
T - Turistico
1 h
Elevato interesse: flora 
Mappa con itinerario georiferitoIl Percorso OrnitologicoIl Percorso OrnitologicoA piedi A piedi
T - Turistico
1 h
Elevato interesse: bird watching 
Mappa con itinerario georiferitoLa foresta della DeivaLa foresta della DeivaA piedi A piedi
T - Turistico
4 h
Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: bird watching Elevato interesse: panorama 
Mappa con itinerario georiferitoPratorotondo – Torbiera del LaionePratorotondo – Torbiera del LaioneA piedi A piedi
E - Escursionistico
4 h
Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 
La Via GeoAlpinaLa Via GeoAlpinaA piedi A piedi
 
   1a tappa: Sentiero Natura Pratorotondo (numeri rossi)4 h 
   2a tappa: Pratorotondo – Passo del Faiallo (numeri verdi) 4 h 

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoIl Sentiero ArcheologicoIl Sentiero ArcheologicoA piedi A piedi
 
Sentieri NapoleoniciSentieri NapoleoniciA piedi A piedi
 
   1a tappa: Itinerario Giallo (Zona Nord-Ovest)  
   2a tappa: Itinerario Rosso (Zona sud-ovest)  

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoAnello dell'ingegnereAnello dell'ingegnereA piedi A piedi
media
3 h
Mappa con itinerario georiferitoAnello della Badia di TiglietoAnello della Badia di TiglietoA piedi A piedi
3 h
Mappa con itinerario georiferitoFaie - PrariondoFaie - PrariondoA piedi A piedi
media
3 ore (per la sola andata)

Segnavia percorsi ciaspole
Segnavia percorsi ciaspole

Percorsi con le ciaspole

La stagione invernale offre l'occasione di indossare le ciaspole per inoltrarci lungo i tanti percorsi che attraversano il Geoparco del Beigua, tra scorci panoramici di infinita bellezza, cercando le tracce degli animali sul manto immacolato e lasciandoci affascinare dalla magica atmosfera che avvolge il paesaggio rurale.

Altre informazioni
Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoanello della Foresta della Deiva - Sasselloanello della Foresta della Deiva - SasselloA piedi A piedi
Intero: impegnativo - Casa del Custode-loc. Giumen...
Intero: 5 h - Casa del Custode-loc. Giumenta: 3 h
Mappa con itinerario georiferitoanello Passo del Faiallo - Rifugio Argentea - Passo del Faialloanello Passo del Faiallo - Rifugio Argentea - Passo del FaialloA piedi A piedi
medio
4 h
Mappa con itinerario georiferitoanello Piampaludo – Torbiera del Laione – Pratorotondo – Piampaludoanello Piampaludo – Torbiera del Laione – Pratorotondo – PiampaludoA piedi A piedi
medio - impegnativo
5 h
Mappa con itinerario georiferitoitinerario Cappelletta di Masone – Passo del Velenoitinerario Cappelletta di Masone – Passo del VelenoA piedi A piedi
medio - facile
4 h
Mappa con itinerario georiferitoitinerario Vasche dell’acquedotto Tiglieto – loc. Morbettoitinerario Vasche dell’acquedotto Tiglieto – loc. MorbettoA piedi A piedi
facile
3 h

Il Nordic Walking nel Parco del Beigua
Il Nordic Walking nel Parco del Beigua
Il Nordic Walking nel Parco del Beigua
Il Nordic Walking nel Parco del Beigua

Il Nordic Walking nel Parco del Beigua

Tecnica e benefici

Il Nordic Walking, conosciuto anche come marcia finlandese o camminata nordica, è un nuovo sport che, nel tempo, ha conquistato un sempre maggior numero di praticanti. Nei primi anni '90 si è sviluppato in Finlandia, dagli allenamenti estivi degli sciatori di fondo e dal walkie, un'attività del tempo libero molto popolare per diventare, progressivamente, uno sport di massa.

La particolarità del Nordic Walking è l'impiego intenzionale di appositi bastoncini. In questo modo si compie un allenamento più efficace di tutto il fisico, con notevoli effetti benefici:

  • migliorano contemporaneamente la resistenza, la forza, la mobilità e la coordinazione;
  • coinvolge circa il 90% dell'intera muscolatura;
  • migliora il tono muscolare;
  • migliora l'attività cardiocircolatoria;
  • aumenta del 40-50% il consumo di calorie e diminuisce la percezione di fatica rispetto alla semplice camminata;
  • è ritenuto uno degli sport all'aperto più indicati per la riabilitazione degli arti inferiori.

Per ottenere questi vantaggi è però importante apprendere correttamente il ritmo e la successione dei movimenti, seguiti da istruttori qualificati. Infatti, se il movimento non è corretto, il maggior sforzo esercitato dalle braccia può provocare complicazioni muscolari anziché benefici.

Le principali caratteristiche tecniche sono:

  • lavoro attivo del piede: il tallone appoggia per primo, seguito dalla rullata della pianta fino alla spinta dell'alluce;
  • cammino con la postura corretta del corpo: bacino stabilizzato nella posizione neutra, con la parete addominale verso la colonna e l'ombelico retratto, mantenendo attivi i muscoli del diaframma pelvico, quelli degli addominali e i muscoli multibifidi della schiena;
  • lunghezza del passo ampia ma naturale e sguardo in avanti;
  • spalle e scapole abbassate;
  • corpo eretto inclinato in avanti senza flettersi a livello di vita o di schiena. La schiena rimane diritta;
  • oscillazione delle braccia lungo il piano sagittale, vicine al corpo. Il movimento con i bastoncini è esattamente lo stesso di quello della camminata normale, coordinato all'azione delle gambe (gamba destra avanti, braccio sinistro avanti);
  • appoggio del bastoncino in posizione diagonale con il gomito in posizione anteriore al corpo nel momento dell'appoggio.
    Rotazione della spalla e leggera flessione del gomito (fingere di stringere la mano a qualcuno per trovare la distanza dove appoggiare il bastoncino);
  • spinta del bastoncino indietro ed in basso, verso la direzione della punta, con il gomito leggermente fl esso utilizzare il palmo e la parte laterale della mano nell'azione di spinta mediante il lacciolo;
  • estensione completa del braccio all'indietro, oltre il bacino (sensazione che il bastoncino sia un tutt'uno con il braccio)
    e successiva apertura del palmo della mano. La buona interazione tra contrazione e rilassamento dei muscoli di braccia e piedi proietta la spalla dello stesso lato in avanti.

Tutte le uscite di Nordic Walking prevedono sessioni iniziali di riscaldamento e finali di stretching ed è possibile inserire appositi esercizi con i bastoncini per allenamenti specifici (coordinazione, potenziamento, dimagrimento, etc.).

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
itinerario 01/ Percorso costiero Varazze - Voltriitinerario 01/ Percorso costiero Varazze - Voltri
A due passi dal mare
A piedi A piedi
impegnativo
4 h
Itinerario 02/ Anello Curlo - VaccàItinerario 02/ Anello Curlo - Vaccà
Tra rapaci e uccelli migratori
A piedi A piedi
facile
1 h 30 m
itinerario 03/ Cappelletta di Masone - Passo del Faialloitinerario 03/ Cappelletta di Masone - Passo del Faiallo
Un tuffo nel passato
A piedi A piedi
impegnativo
3 h
itinerario 04/ Pratorotondo - Rifugio Argenteaitinerario 04/ Pratorotondo - Rifugio Argentea
Alla ricerca del campo di pietre
A piedi A piedi
medio
3 h
itinerario 05/ Anello della Foresta della Deivaitinerario 05/ Anello della Foresta della Deiva
Muoversi nella foresta
A piedi A piedi
impegnativo
4 h
itinerario 06/ Anello della Badìa di Tiglietoitinerario 06/ Anello della Badìa di Tiglieto
Dagli orti dei monaci alle gole dell'Orba
A piedi A piedi
medio
2 h

Alta Via dei Monti Liguri

Una grande strada verde, tra aquile e balene

L'Alta Via dei Monti Liguri, itinerario escursionistico lungo più di 400 Km che percorre tutta la Liguria, attraversa il Parco del Beigua sul crinale principale con panorami straordinari dalle Alpi Apuane passando per il Golfo di Genova, il Monviso fino al Monte Rosa.

Sono ben 3 le tappe dell'Alta Via presenti all'interno del Parco: tappa n.19 Passo del Giovo – Prariondo; tappa n. 20 Prariondo – Faiallo; tappa n. 21 Faiallo – Passo del Turchino.

Le tre tappe sono caratterizzate da pendenze non troppo elevate e possono essere percorse agevolmente anche da escursionisti non particolarmente esperti. Molto importante è saper scegliere la giornata più adeguata per compiere l'escursione, evitando di avventurarsi in quota in presenza di nebbie che possono creare notevoli problemi di orientamento.

Nei mesi di maggio e giugno lungo le tre tappe è possibile osservare numerosi e variopinte fioriture; inoltre percorrendo l'Alta Via dei Monti Liguri si possono osservare molti degli animali caratteristici del Parco come caprioli, lepri, tassi, molte specie di Uccelli (aquile, picchi, allodole e altri Passeriformi tipici delle praterie montane). Dall'Alta Via dei Monti Liguri, inoltre, si possono apprezzare anche molte delle formazioni geologiche che hanno determinato il riconoscimento di Geoparco e l'inclusione del territorio del Parco all'interno della rete internazionale dei Geoparchi.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoGiovo - Prato RotondoGiovo - Prato Rotondo
Partenza: Giovo
19 tappa di: Alta Via dei Monti Liguri
A piedi A piedi
E - Escursionistico
3 h 30 m
Mappa con itinerario georiferitoPrato Rotondo - Passo del FaialloPrato Rotondo - Passo del Faiallo
Partenza: Prato Rotondo
20 tappa di: Alta Via dei Monti Liguri
A piedi A piedi
E - Escursionistico
2 h 30 m
Mappa con itinerario georiferitoPasso del Faiallo - Passo del TurchinoPasso del Faiallo - Passo del Turchino
Partenza: Passo del Faiallo
21 tappa di: Alta Via dei Monti Liguri
A piedi A piedi
T/E
2 h 30 m

Sentiero Liguria
Sentiero Liguria

Sentiero Liguria

Il Sentiero Liguria è un itinerario turistico-escursionistico che collega Luni (Ortonovo, SP) con Grimaldi (Ventimiglia, IM), è percorribile in entrambi i sensi con uno sviluppo di oltre 600 km all'insegna dell'armonia dei contrasti, tra uliveti, vigneti e boschi di leccio, lidi e scogliere, percorsi della devozione e antiche strade romane, "creuze" e sentieri.

Comprende diverse tipologie di tracciati, con due costanti: il clima mite e temperato in ogni stagione e l'affaccio "garantito" sulla distesa del golfo ligure, dove non è infrequente, specie nei periodi meno afosi, avvistare da terra cetacei ed altri mammiferi marini.

In alcuni punti sono previste varianti alte, più impegnative, in modo da toccare siti e ambienti di pregio non solo sulla costa ma anche in territori più interni. Il tutto in aree che garantiscono costantemente la presenza di servizi di trasporto integrato e di strutture ricettive, di ogni tipologia e categoria, e ristorazione dove degustare la tipica cucina regionale.

Il Sentiero Liguria fa parte della rete  escursionistica ligure (REL) e si collega sia con la rete ciclabile ligure (RCL) che con l'Alta Via dei Monti Liguri (AVML).  Unisce inoltre  la "Via Francigena Sud" con i "Cammini di Santiago" attraverso le "Grandes Randonnées" francesi.

Maggiori informazioni

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Mappa con itinerario georiferitoAcquasanta - Arenzano (via Voltri)Acquasanta - Arenzano (via Voltri)
14 tappa di: Sentiero Liguria
A piedi A piedi
8 h
Arenzano – VarazzeArenzano – Varazze
15 tappa di: Sentiero Liguria
A piedi A piedi
2 h 30 m

Il Geoparco sottosopra: la fascia costiera del Beigua

Un'affascinante passeggiata lungo la fascia costiera del Beigua alla scoperta dei tesori naturalistici emersi e sommersi!

Il Geoparco rappresenta un serbatoio inesauribile di spunti e suggerimenti per conoscere ed apprezzare le splendide valenze naturalistiche, storico-culturali del comprensorio del Beigua; il seguente itinerario, e la guida scaricabile gratuitamente inerente hanno lo scopo di fornire indicazioni ai visitatori per riconoscere e interpretare le forme del paesaggio costiero e le forme di vita che lo popolano, siano esse emerse o sommerse.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Lungomare EuropaLungomare Europa
La passeggiata a mare tra Varazze Cogoleto e Arenzano
A piedi A piedi
 

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2016 - Ente Parco del Beigua