Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale Monti Simbruini

www.parcomontisimbruini.it
 

Autunno d'incanto nel Parco dei Monti Simbruini con il “foliage”

(Jenne, 03 Ott 16) E', questa, una delle stagioni più affascinanti per visitare il Parco dei Monti Simbruini.

Uno spettacolo naturale che segna il ritmo delle stagioni: gli alberi si tingono di colori che in alcune parti del Parco raggiungono intensità sublimi. 

Per molti l'autunno è considerato un mese un po' malinconico e pochi pensano ad organizzare un viaggio, magari considerando, a torto, che poche destinazioni offrano attrattive tali da giustificare una vacanza dopo la stagione estiva. Ma quando si pensa alla natura e viene in mente il meraviglioso evento del foliage allora ci si può ricredere.

Il "fall foliage", infatti, è la caduta delle foglie che chiude il ciclo naturale, e nelle foreste e nei boschi di tutto il mondo e, naturalmente anche nel Parco di Simbruini, è un avvenimento che gli appassionati attendono con trepidazione. Le chiome delle querce, degli aceri e dei faggi si tingono di colori accesi e riempiono di emozioni gli occhi dei visitatori, che possono quindi osservare il variopinto mutamento delle foglie da un punto di vista privilegiato, in un Parco di ben 30.000 ettari e di numerosi differenti ambienti botanici.

Il Bosco di Faggio del Parco dei Simbruini è una faggeta tra le più estese d'Europa (circa 22.000 ettari) che si colora di toni che vanno dal rosso al giallo all'arancio, al marrone, ed è proprio grazie a questa atmosfera suggestiva che l'autunno diventa uno dei momenti più tranquilli per godersi la splendida natura. Gli altopiani carsici che imbiondiscono e si stagliano come strisce dorate contro l'azzurro terso del cielo e, nelle poche zone dove sono presenti le conifere, il verde profondo ricopre i versanti più freschi..

Le piante e gli animali avvertono l'avvicinarsi dell'inverno e cominciano in questi mesi a preparare tutte le difese naturali che consentiranno loro di sopportare i rigori invernali.

Le giornate si accorciano ed è proprio la minore durata della luce solare a influire sul comportamento di piante e animali.

Oltre ai caldi colori del bosco, è bello scoprire la grande varietà di frutti su alberi e arbusti, l'incredibile quantità di specie di funghi, e la fragranza che emana il suolo dopo le prime piogge autunnali e le orme degli animali lasciate sul terreno umido e un po' fangoso.

Al Parco l'autunno è un vero spettacolo!

In autunno è piacevole fare escursioni in montagna, passeggiare lungo i Sentieri Natura, le Aree faunistiche e gli altri centri del Parco.

I Cervi e i Caprioli, che dovranno affrontare l'inverno imminente, pascolano l'erba autunnale per garantirsi le energie necessarie a superare la rigida stagione, mentre quelli che trascorreranno lunghi mesi in letargo si godono l'ultimo sole, cercando cibo e accumulando così grasso di riserva che servirà loro per sopravvivere nelle tane sotto la neve.

Sono tanti i sentieri del Parco (oltre 40 per un totale di 450Km)) che potete percorrere da soli o in compagnia per godervi la magia delle giornate autunnali basta munirsi della nostra Carta Sentieristica in scala 1:25.000 tutta georeferenziata e la guida "Sentieri del Parco dei Simbruini".

Questo periodo dell'anno tende ad attirare maggiormente gli amanti di paesaggi e natura muniti di macchina fotografica, pronti ad immortalare vallate, boschi e radure tinti dai colori intensi e brillanti.

Anche l'agenzia del Turismo della Regione Lazio ha lanciato la Campagna Social #LazioFUORISTAGIONE; oltre ad ENIT con l' hastag #FoliageinItaly

Taggaci nelle sue foto

Twitter: @monti_simbruini 

Instagram: @monti_simbruini

Facebook @parcomontisimbruini

pozzo della neve
pozzo della neve
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Parco Naturale Regionale Monti Simbruini