Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale Monti Simbruini

www.simbruini.it

AL VIA I RISARCIMENTI PER I DANNI CAUSATI DALLA FAUNA SELVATICA

(Jenne, 17 Feb 17)

La Regione Lazio promuove, favorisce o realizza, nel rispetto delle normative comunitaria e nazionale vigente, un insieme di interventi finalizzati alla tutela, alla gestione e al controllo di tutte le specie di fauna selvatica presenti, stabilmente o temporaneamente, sul territorio regionale e alla conservazione dei relativi habitat, alla prevenzione e all'indennizzo dei danni causati dalla fauna stessa, nonché a una corretta regolamentazione dell'attività faunistico-venatoria.

La Legge Regionale  n. 4 /2015 predispone interventi regionali per la conservazione, la gestione, il controllo della fauna selvatica, la prevenzione e l'indennizzo dei danni causati dalla stessa.

Come si ricorderà, dal 2011 l'Ente Parco, per mancanza di risorse economiche, non era stato più in grado di liquidare i danni ma grazie alle numerose richieste trasmesse alla Regione Lazio per ottenere fondi specifici e, grazie  all'impegno del Presidente dell'Ente, dott. Enrico Panzini, che in più occasioni è riuscito a riunire attorno ad un tavolo Ass.to Regionale all'Ambiente, allevatori e agricoltori, è stato possibile ottenere una definitiva definizione delle somme da liquidare.

A tal proposito, il Presidente, Dott. Enrico Panzini e il Direttore Dott. Carlo Di Cosmo, per andare incontro alle legittime richieste degli allevatori e degli agricoltori,  comunicano che l'Ente Parco, grazie alla determina n. 377/2016,  sta provvedendo alla totale liquidazione degli indennizzi dei danni provocati dalla fauna selvatica al patrimonio agricolo e zootecnico relativi alle annualità 2012 (residuo) – 2013 e 2014,  per un importo complessivo di circa € 89.000,00.

Comunicano altresì che gli uffici dell'Ente, hanno completato anche l'elenco delle richieste pervenute relativamente alle annualità 2015 -2016 e stanno lavorando per definire le pratiche complete e verificarne la rispondenza secondo la legge per provvedere alla loro liquidazione nel corso dell'anno corrente, ricorrendo ad ulteriori richieste di fondi alla Regione Lazio che ammontano per le annualità 2015-2016 a circa € 50.000,00.

Con l'occasione, aggiungono, si vuole ricordare che azioni di prevenzione, come la concessione di materiali per la realizzazione di recinzioni classiche ed elettrificate, negli ultimi anni ha fatto riscontrare un decremento dei danni all'agricoltura e alla zootecnia  causati dalla fauna selvatica.  Sottolineano però che è ancora alto il malcontento sociale legato ai danni, poiché il settore zootecnico, soprattutto nelle espressioni di allevamento tradizionale estensivo, rappresenta un'importante componente economica, culturale e tradizionale delle economie locali, ed in quanto tale deve essere valorizzato, mantenuto ed incentivato con ogni mezzo, la gestione corretta e controllata del pascolo appare l'elemento fondamentale su cui lavorare per cercare di ridurre i danni.

Il Parco, concludono il Presidente e il Direttore,  ritenendo di dover fornire agli allevatori e agricoltori un chiaro segnale di vicinanza, si impegnerà, oltre alla richiesta alla Regione Lazio di ulteriori fondi, anche per costruire azioni che prevedano l'incentivazione di forme di allevamento particolarmente coerenti con la tutela della biodiversità e che, specialmente all'interno delle aree protette, siano premiali con l'effettiva resa dei servizi ecosistemici (es. premi pascolo, indennizzo ex ante, realizzazione di stazzi per gli animali etc.).

 

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2017 - Parco Naturale Regionale Monti Simbruini