Vai alla home di Parks.it

Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

www.parcoabruzzo.it

Bando di selezione per il conferimento di una borsa di studio dal titolo “I Servizi Ecosistemici degli Insetti Impollinatori”

Progetti di Sistema Ex Cap. 1551, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

(Pescasseroli, 20 Feb 21)

Art.1 - Premessa 

L'Ente Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, in esecuzione della determinazione del Direttore n. 174 del 18 febbraio 2021, di cui il presente bando costituisce allegato e parte integrante, bandisce n. 1 borsa di studio per lo svolgimento di attività di ricerca inerenti il tema: "I servizi ecosistemici degli insetti impollinatori".
Lo studio si inserisce all'interno dei PROGETTI DI SISTEMA EX CAP. 1551 ed i fondi relativi alla borsa traggono origine dal suddetto progetto. 

Il progetto si propone: 

  • attività di censimento, monitoraggio e analisi della biodiversità con particolare riferimento agli impollinatori selvatici e agli apoidei 
  • studio della competizione interspecifica tra apoidei con particolare attenzione alla potenziale presenza di competizione trofica interspecifica tra api da miele "gestite" e apoidei selvatici; 
  • studio degli elementi caratterizzanti le modalità di conduzione delle attività apistiche nel parco e redazione di linee guida. 

Nell'ambito di tale progetto il borsista dovrà svolgere le seguenti attività: 

  • esecuzione di n. 4 transetti per il monitoraggio degli apoidei secondo le modalità previste dal protocollo di campionamento predisposto dall'Università di Pisa ed allegato al presente Bando; 
  • campionamento del polline da apoidei, alveari e nidi artificiali per le relative analisi palinologiche affidate al Dipartimento di Scienze Veterinarie dell'Università di Pisa secondo le modalità indicate nel protocollo di campionamento predisposto dall'Università di Pisa ed allegato al presente Bando; 
  • somministrazione di apposito questionario ad un campione di aziende agricole presenti sul territorio del Parco per raccogliere dati sulle modalità di gestione agronomica e zootecnica utili a comprendere il livello di sostenibilità dell'attività delle aziende, per mapparle e conoscere le loro eventuali criticità. L'attività di indagine e monitoraggio dovrà essere svolta su tutto il territorio del Parco su un congruo numero di aziende agricole/zootecniche i cui relativi contatti saranno forniti direttamente dall'Ente Parco. La scheda/questionario per la raccolta dei dati relativi all'attività agricola e zootecnica delle aziende presenti nei territori dei Parchi Nazionali è stata predisposta da ISPRA e dal Centro Ricerche Avanzi di Pisa; 
  • raccolta campioni di miele, polline, cera, propoli presso le aziende facenti parte della rete delle aziende apistiche da destinarsi alle analisi previste dal protocollo di biomonitoraggio dell'Università di Tor Vergata. 

L'attrezzatura necessaria per le attività elencate verrà messa a disposizione dall'Ente Parco. 

Art. 2 – Durata e dotazione finanziaria 

La borsa di studio avrà durata di mesi 8 ed il suo importo, comprensivo di eventuali spese sostenute per lo svolgimento dell'attività e delle ritenute assicurative, previdenziali e assistenziali, ove previste, è di €10.000,00. 

L'importo della borsa sarà liquidato in 4 rate bimestrali posticipate, a seguito di presentazione di una sintetica relazione o di un prospetto di azioni svolte e delle giornate lavorate. L'importo della borsa è comprensivo altresì di tutte le spese connesse all'espletamento dell'incarico, quali ad esempio indennità chilometriche, spese di trasferta, pasti, pernottamenti. Sarà a carico dell'Ente Parco la stipula di un'adeguata polizza assicurativa personale obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, compresi i rischi in itinere, che potessero verificarsi in connessione allo svolgimento delle attività previste dalla borsa. 

Art. 3 - Requisiti di ammissione al bando di concorso 

Per l'ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: 

  • cittadinanza italiana o di uno dei paesi appartenenti all'Unione Europea; 
  • possesso di un diploma di laurea magistrale, nelle seguenti classi di Laurea: 
  • vecchio ordinamento, diploma di laurea in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura L32, in Scienze biologiche L13; 
  • nuovo ordinamento, corsi di laurea specialistica (magistrale) nella classe: Scienze della natura LM60, Scienze e tecnologie per l'ambiente ed il territorio LM75, Biologia LM06, Scienze e Tecnologie agrarie (LM-69), Scienze e tecnologie forestali ed ambientali (LM-73). 
  • età non superiore ad anni 35 anni alla data di scadenza del presente bando; 
  • non aver riportato condanne penali passate in giudicato né avere procedimenti penali pendenti che mettano in dubbio l'affidabilità del candidato. 

Durante il periodo di esecuzione della borsa potrà essere concesso, ad insindacabile giudizio dell'Ente Parco, al fruitore della borsa di poter eseguire lavori di libera professione purché compatibili con lo svolgimento dello studio per il quale è stata elargita la borsa. 

I candidati dovranno essere in possesso della patente di guida di categoria B ed essere automuniti. 

Art.4 – Procedure di selezione 

La borsa di studio è assegnata tramite selezione pubblica. La selezione sarà effettuata da apposita commissione nominata dal Direttore con specifico atto. Saranno oggetto di valutazione i titoli di studio e professionali posseduti dai candidati. Il vincitore della borsa avrà il compito di realizzare le attività di cui all'art.1 del presente bando; eventuali modifiche saranno eventualmente concordate con l'Ente Parco a seguito dell'aggiudicazione. 

La commissione disporrà di un punteggio totale massimo di 45 punti così ripartiti: 

  1. voto finale di laurea magistrale, max 5 pt.i così suddivisi: 
    • da 96 a 100/110 1,0 pt.i 
    • da 101 a 105/110 2,5 pt.i 
    • da 106 a 109/110 4,0 pt.i 
    • per 110/110 pt.i 4,5 pt.i 
    • per 110/110 e lode pt.i 5,0
  2. tesi di laurea su temi inerenti l'oggetto della presente borsa di studio: max 10 pt.i;
  3. eventuali attestati di corsi di perfezionamento inerenti l'oggetto della presente borsa di studio, quali master, scuole di formazione, max 10 pt.i;
  4. eventuali esperienze professionali, pubblicazioni e articoli scientifici inerenti l'oggetto della presente borsa di studio: max 10 pt.i;
  5. eventuali ulteriori titoli ritenuti utili alla valutazione del candidato: max 5 pt.i;
  6. conoscenza documentabile di lingue oltre l'italiano: max 5 pt.i

Art. 5 - Modalità di consegna della domanda di ammissione 

La domanda di ammissione, che dovrà essere redatta riportando le indicazioni contenute nello schema allegato al presente avviso, potrà essere inoltrata al seguente indirizzo PEC: info.parcoabruzzo@pec.it .
Potrà altresì essere consegnata a mano o a mezzo postale al seguente indirizzo:
Ente Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, Viale Santa Lucia, 2 67032 Pescasseroli AQ.

In entrambi i casi, deve pervenire entro e non oltre le ore 13,00 del 5 marzo 2021. 

Nel caso di presentazione diretta con consegna a mano della domanda, le domande dovranno pervenire all'Ente Parco Ufficio Protocollo nel seguente orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 09,00 alle ore 14,00 e nei pomeriggi del martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,30. In questo caso fa fede la data apposta a cura di questo Ente Parco-Ufficio protocollo. Nel caso di spedizione, non farà fede il timbro e la data dell'ufficio postale accettante. L'Amministrazione non si assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o di forza maggiore. La busta contenente la domanda dovrà recare sulla facciata ove non è scritto l'indirizzo, l'indicazione: 

"CONTIENE DOMANDA PER BORSA DI STUDIO PROGETTO IMPOLLINATORI PNALM" 

Nella domanda l'aspirante dovrà dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 e consapevole delle sanzioni penali previste dagli art. 76 e 75 del citato decreto per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci: 

  • il cognome ed il nome; 
  • la data ed il luogo di nascita 
  • il codice fiscale; 
  • la residenza, con l'indicazione della via, del numero civico, della città, della provincia, del codice di avviamento postale e recapito telefonico; 
  • il possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all'Unione Europea; 
  • di avere adeguata conoscenza della lingua italiana (per i cittadini degli stati membri dell'Unione Europea); 
  • il Comune nelle cui liste elettorali risulta iscritto ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime, ovvero, per i cittadini non italiani, di godere dei diritti politici e civili nello stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi che ne impediscano il godimento; 
  • le eventuali condanne riportate, oppure di non aver riportato alcuna condanna e l'esistenza di eventuali procedimenti penali pendenti; 
  • il diploma di laurea posseduto, l'Università presso la quale è stato conseguito, nonché il punteggio e la data del conseguimento. I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all'estero dovranno dimostrarne l'equipollenza con il titolo di studio italiano; 
  • gli eventuali titoli post-universitari; 
  • di non essere il beneficiario di altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite; 
  • di essere in possesso della patente di guida di categoria B o superiore; 
  • solo se diverso dalla residenza, domicilio o recapito cui far pervenire le comunicazioni relative al bando, con l'indicazione del numero di codice postale e il numero telefonico; 
  • di accettare tutte le condizioni previste dal presente bando; 
  • che tutte le dichiarazioni contenute all'interno del curriculum vitae e dell'elenco delle pubblicazioni corrispondono a verità. 

Ai fini della valutazione, i candidati devono allegare alla domanda di ammissione i seguenti documenti: 

  1. Curriculum vitae et studiorum in formato europeo 
  2. Elenco delle eventuali pubblicazioni. 

La richiesta di partecipazione contenente le dichiarazioni di cui sopra e il curriculum dovranno essere datati e sottoscritti. Tutti i documenti, i titoli e le pubblicazioni che il candidato ritiene utile allegare ai fini della valutazione devono essere prodotti in originale o copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all'originale mediante la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa ai sensi dell'art. 47 del DPR 445/2000 secondo lo schema allegato "B". L'amministrazione si riserva la facoltà di effettuare controlli sulla veridicità di quanto dichiarato. 

Comportano in ogni caso l'esclusione dalla procedura: 

  1. la mancanza delle dichiarazioni relative al possesso dei requisiti per essere ammessi alla procedura; 
  2. la mancata presentazione della domanda nei termini e con le modalità previste dal bando; 
  3. la mancata sottoscrizione della domanda. Si ricorda che ai sensi dell'art. 39 del D.P.R. 445/2000 non è richiesta l'autenticazione della sottoscrizione; 
  4. la mancanza della fotocopia completa del documento di identità del sottoscrittore. 

Art. 6 - Conferimento della borsa 

La borsa di studio viene conferita mediante comunicazione al vincitore del bando. L'esito della selezione verrà comunque pubblicato sul sito istituzionale dell'Ente. Entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione, il vincitore deve far pervenire all'Ente Parco una dichiarazione di accettazione con l'impegno ad iniziare la fruizione della borsa entro il termine stabilito dal Parco e comunque entro e non oltre i successivi 10 giorni, salvo diverso accordo. 

Lo stesso dovrà impegnarsi a comunicare qualsiasi variazione, rispetto a quanto dichiarato, che possa intercorrere nel periodo di godimento della borsa di studio. 

Ai sensi dell'art. 3, comma 7, della L. 15 maggio 1997, n. 127, come modificato dall'art. 2 della L. 16 giugno 1998, n. 191, se due o più candidati ottengono, a conclusione delle operazioni di valutazione, pari punteggio, è preferito il candidato più giovane d'età. 

In caso di non accettazione la borsa è conferita secondo l'ordine di graduatoria. 

Art. 7 - Sicurezza sul lavoro 

L'Ente Parco è tenuto agli adempimenti previsti dalle vigenti legge in materia di infortuni e malattie professionali (INAIL) compreso i rischi in itinere, che potessero verificarsi in connessione allo svolgimento delle attività previste dalla borsa. 

Art. 8 - Vincoli tra vincitore ed Ente Parco 

Il godimento della borsa non costituisce rapporto di lavoro subordinato e non vincola in alcun modo l'Ente alla costituzione di un rapporto di lavoro alla scadenza della stessa. La borsa non dà luogo a trattamenti previdenziali 

e assistenziali, né a valutazioni o riconoscimenti giuridici ed economici, né a riconoscimenti automatici a fini previdenziali. L'importo della borsa è assimilabile a reddito di lavoro dipendente e come tale soggetto all'imposta sul reddito delle persone fisiche con ritenuta alla fonte a titolo di acconto ai sensi dell'art. 24 del D.P.R. 600/73. 

Art. 9 - Oneri e diritti del vincitore 

Il borsista ha diritto di accedere alle strutture di ricerca ed ai dati attualmente in possesso all'Ente Parco. Il borsista è tenuto ad osservare le norme regolamentari e di sicurezza in vigore presso la struttura cui è assegnato. L'attività di ricerca sarà realizzata in accordo con il Servizio Scientifico del Parco. I risultati delle ricerche effettuate dal borsista sono di esclusiva proprietà dell'Ente Parco. Qualora il borsista intenda pubblicare e/o comunicare i risultati delle ricerche stesse deve preventivamente essere autorizzato dal Parco. L'inosservanza delle norme della presente selezione potrà comportare, ad insindacabile giudizio dell'Ente Parco l'immediata decadenza dal godimento della borsa, per la parte residuale e l'esclusione del beneficiario da eventuali rinnovi. 

Art. 10 - Riserve generali al conferimento della borsa da parte dell'Ente Parco 

L'Amministrazione si riserva la facoltà di non procedere al conferimento della presente borsa di studio per sopravvenuti motivi di interesse pubblico o qualora non fossero reperibili i necessari fondi a bilancio senza che i candidati possano avanzare diritti o pretese alcune. 

Art. 11 - Protezioni dei dati personali 

Ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Ente Parco, via Santa Lucia, 2 Pescasseroli AQ, per le finalità di gestione della selezione saranno trattati presso una banca dati automatizzata anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto, per finalità inerenti alla gestione della presente procedura. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione dalla selezione. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate allo svolgimento della selezione o alla posizione giuridico - economica del candidato. L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del citato Decreto Legislativo tra i quali figura anche il diritto di opporsi al trattamento dei dati per motivi legittimi. Sul sito internet del Parco www.parcoabruzzo.it è disponibile l'informativa completa. 

Art. 12 - Responsabile del Procedimento 

Il responsabile del procedimento è la dr.ssa Cinzia Sulli responsabile del Servizio Scientifico dell'Ente Parco. 

Il Direttore
(Dott. Luciano Sammarone) 

Pescasseroli, 19/2/2021 

Scadenza 05/03/2021


Allegati:
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2021 - Ente Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise