Vai alla home di Parks.it
 

500.000 euro per il territorio: approvata la graduatoria per i contributi ai comuni del Parco Nazionale Gran Paradiso

Tra gli interventi attenzione all’accessibilità per i disabili e riduzione dell’impatto ambientale

(Torino, 04 Apr 12) E' stata approvata dalla commissione tecnica dell'Ente Parco Nazionale Gran Paradiso la graduatoria relativa all'assegnazione di 500.000 euro in contributi finalizzati alla realizzazione di interventi e progetti sul territorio, riservato ai tredici comuni dell'area protetta, emesso nel febbraio scorso.

Otto sono stati i progetti ammessi a finanziamento, di cui uno presentato in forma associata da tre Comuni. Come previsto dal bando cinque comuni per ogni versante hanno quindi ottenuto l'assegnazione del contributo massimo previsto di 50.000 euro, 250.000 euro in Piemonte e altrettanti in Valle d'Aosta, con l'obiettivo di migliorare in ottica sostenibile la gestione del territorio, riducendo l'impatto ambientale e ponendo particolare attenzione alla qualità degli interventi e dei servizi.

I comuni di Ceresole Reale e Rhêmes-Notre-Dame hanno ottenuto il contributo per interventi dedicati in particolare a disabili ed anziani, così come previsto dall'azione del bando "Un parco per tutti". I progetti riguardano la creazione di percorsi fruibili sul girolago di Ceresole e sul tracciato che dal centro visitatori del Parco in località Chanavey  porta al capoluogo di Rhêmes-Notre-Dame.

La riduzione degli impatti paesaggistici è alla base dell'azione "Meno tralicci nel Parco", Valprato Soana e Cogne hanno ottenuto il contributo con due significativi progetti di interramento di linee aeree a Campiglia Soana e a Valnontey.

Due comuni piemontesi si sono aggiudicati il finanziamento per l'azione "Buone pratiche nel recupero del patrimonio edilizio del Parco", con interventi finalizzati all'ampliamento delle possibilità di soggiorno nelle valli Orco e Soana, sul sistema dell'ospitalità diffusa. A Noasca l'intervento riguarderà il recupero di un fabbricato in borgata Varda, sul progetto di albergo diffuso, mentre a Ronco Canavese interesserà un fabbricato nel vallone di Forzo, in borgata Tressi, dedicato ad accogliere escursionisti con ricettività diffusa e un centro di documentazione dell'associazione delle minoranze franco-provenzali in Piemonte EFFEPI.

Il Comune di Locana si è orientato sull'Azione "Procedure di gestione sostenibile", con un progetto articolato. E' prevista la realizzazione di un'isola ecologica in Frazione San Lorenzo, nel vallone di Piantonetto. Sempre a San Lorenzo verranno sostituiti gli attuali apparati di illuminazione pubblica con lampade a LED, a basso consumo energetico. Completa l'intervento l'installazione nel capoluogo di un punto di erogazione dell'acqua del Parco, con la previsione di una forte riduzione dell'uso di bottiglie di plastica. Sulla stessa azione del bando, i comuni di Valsavarenche, Villeneuve ed Introd, hanno ottenuto in forma associata il contributo per l'installazione di una centralina idroelettrica sfruttando l'acquedotto intercomunale esistente, senza aumento di captazione della preziosa risorsa acqua.

Il Presidente del Parco Italo Cerise: "Siamo soddisfatti della risposta dei comuni del territorio al bando di finanziamento promosso dal Parco. Nel complesso le proposte hanno confermato la validità delle azioni previste, volte tra l'altro ad ampliare l'offerta di percorsi utilizzabili da un'utenza vasta, migliorare la qualità del territorio e perseguire la gestione a basso impatto delle risorse".

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2022 - Ente Parco Nazionale Gran Paradiso