Vai alla home di Parks.it

Insolito Monte Caio: Trekking & Yoga con Camminaparchi

Domenica 20 Settembre nel Parco dei Cento Laghi.

(12 Set 20) Perchè Trekking e Yoga? Yoga dal sanscrito significa unione.

Unione tra corpo, mente, fisico, ma non solo. Nella filosofia yogica si dissolve il concetto di dualità e l'uomo è parte della natura. Praticare immersi in essa ci fa sentire ancora più palese questo concetto. Verso metà percorso ci fermeremo per sistemare i tappetini e prepararci per la pratica. Ci alleggeriremo del peso dello zaino e verremo accompagnati  per una breve meditazione in movimento guidata, inizieremo a portare l'attenzione al nostro interno ed inizieremo a predisporre corpo e mente per la pratica. In maniera ordinata e rispettosa ognuno prenderà posto sul proprio tappetino dove Samanta continuerà a guidare il resto della pratica con movimenti dolci e distensivi facendo portare l'attenzione sul proprio corpo per prenderne  contatto e consapevolezza. Essere immersi nella natura, a contatto diretto con i suoi elementi, predisporrà ed affinerà la sensibilità di ciascuno mentre il calore del sole e la brezza di montagna contribuiranno, assieme alla pratica dello yoga e alla cammina, a produrre naturalmente endorfine e serotonina che ci doneranno un grande senso di benessere per tutta la giornata e non solo! 

Un'escursione che ci porterà a scoprire anche le caratteristiche geologiche dell'area, le formazioni del Flysch di Monte Caio.Sarà interessante far notare all'interno di alcune rocce, le tracce fossili lasciate dall'Helminthoideo Labirintica, un organismo che si muoveva alla ricerca di cibo sui fangosi fondali marini secondo sistematiche traiettorie ricurve; da qui il nome "flysch ad elmintoidi". Visiteremo l'eremo di San Matteo, le cui prime notizie risalgono al 1015 e che un tempo era abitato dai monaci benedettini che, dopo avervi costruito una chiesa ed un monastero, aiutavano i pellegrini diretti all'Abbazia di Linari, al mare e in direzione contraria.  Infine passeremo davanti al pianoro dove è situato il Grande Faggio, uno dei più antichi d'Italia e forse di Europa.

L'itinerario partirà dal bivio all'ingresso del Parco su via Belvedere Emilia indicazioni Schia - 1271 m slm, imboccheremo poi il sentiero 732 e proseguiremo su altri percorsi fino a raggiungere la Cima più alta del Monte Caio, Punta Bocchialini, posta a 1583 metri. 

Dopo una pausa ristoratrice per permetterci di godere dell'ampio panorama, torneremo sui nostri passi e seguiremo il sentiero che ci porterà sotto le evidenti formazioni del Flysh di Monte Caio, detto Costa Grande; dopodichè inizieremo a scendere in direzione Eremo di San Matteo e, poi al Grande faggio.

Grado di difficoltà: MEDIO - FACILE - Dislivelli: 550 m disl +  / 550 m disl - Tempo di percorrenza: 4 ORE DI CAMMINO CIRCA + 1 ORA DI YOGA

Ritrovo: Domenica 13 settembre ore 10.00 Via Belvedere Emilia Indicazioni Schia - Parcheggio che si trova al bivio che si incontra dopo Musiara Superiore, all'ingresso del Parco. Fine escursione prevista per le ore 16.00

EQUIPAGGIAMENTO :

OBBLIGATORIO: Scarponi da trekking alti con suola scolpita tipo Vibram (no scarpe da ginnastica); Zaino;  Abbigliamento da trekking "a strati": maglia, pile o felpa, giacca protettiva antivento / antipioggia; Pantaloni lunghi da escursione; Occhiali da sole, Crema solare e Cappellino; Borraccia con acqua: almeno 1 ,5 Litro a testa; pranzo al sacco + barrette energetiche o frutta secca, tappetino da yoga

CONSIGLIATO: bastoncini da trekking e cambio completo di vestiario

Organizzatore: ScarpiniAmo - Guida: Barbara Mazzieri (Guida Ambientale Escursionistica)

Costi di partecipazione: 10 euro per il trekking- 10 euro per lo yoga

Prenotazione obbligatoria: cell. 339/82.75.388 - e-mail: scarpiniamo@gmail.com
Alla fine del percorso si potrà andare al rifugio Pian della Giara per fare una merenda assieme.

L'escursione si svolge secondo     PDF il Protocollo Covid emanato da Aigae, del quale la Guida fornirà specifiche indicazioni all'atto della prenotazione. 

Yoga e Trekking
Foto Barbara Mazzieri
Insolito Monte Caio
Foto Barbara Mazzieri
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Occidentale