Vai alla home di Parks.it
 

Riapre la stazione di inanellamento degli uccelli di Punte Alberete

I dati del 2022: oltre 400 gli uccelli inanellati

(Parco, 03 Gen 23) Grazie ad un'intesa tra l'Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po e il Comune di Ravenna, Servizio Tutela Ambiente e Territorio, è stata riavviata la stazione di monitoraggio a Punte Alberete degli uccelli Passeriformi (i cosiddetti "canori") ed altri piccoli uccelli, sia in periodo riproduttivo che durante la migrazione. Il monitoraggio è svolto mediante l'inanellamento a scopo scientifico. Operano nella stazione due ornitologi esperti: Mattia Bacci incaricato dal Parco del Delta e Fabrizio Borghesi messo a disposizione dal Comune di Ravenna.

L'attività a Punte Alberete è stata svolta con regolarità nel primo decennio del 2000 dagli ornitologi Stefano Volponi e Davide Emiliani. Dopo una sospensione di diversi anni ora viene riattivata secondo il protocollo "MonITring" come indica l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).

Punte Alberete è ben nota per ospitare un patrimonio avifaunistico ricco di specie anche molto rare, ma l'obiettivo primario di questo lavoro prevede la raccolta di dati di estremo dettaglio, con continuità, soprattutto di specie comuni, oltre ad accertare la presenza (o l'assenza) di specie più rare.

I dati raccolti saranno valutati insieme ad altre informazioni (stato delle specie vegetali palustri, censimento degli uccelli coloniali, ecc.) e diverse variabili naturali misurabili come i parametri meteoclimatici, la salinità e la torbidità dell'acqua. Un insieme di dati di estrema importanza per la complessa gestione della zona umida, in un'epoca di difficoltà di reperimento della risorsa idrica di buona qualità per via dei cambiamenti climatici e dell'assetto del territorio.

L'attività della stazione non riguarda solo il periodo riproduttivo maggio-luglio ma prosegue anche durante la migrazione autunnale (agosto-novembre), per l'importanza che le zone umide rivestono come aree di sosta e foraggiamento durante questo delicato momento biologico.

Infatti il declino di alcune specie di uccelli, oltre che dipendere dalla riduzione dell'habitat per via delle attività dell'uomo, risente anche delle alterazioni stagionali, quale effetto della crescente velocità e intensità dei cambiamenti climatici.

Uno degli habitat oggetto di attenzione è il canneto e nella top ten delle specie target del progetto c'è la Cannaiola, della quale vengono studiati in maggiore dettaglio gli esiti dell'attività riproduttiva, come il numero dei piccoli o i tempi della nidificazione.

I dati del 2022: oltre 400 gli uccelli inanellati

L'attività 2022, conclusasi di recente, ha segnalato un totale di oltre 400 uccelli inanellati - un quarto cannaiole - e circa un centinaio gli uccelli ricatturati, già inanellati nella Stazione di Punte Alberete. Oltre alla Cannaiola, sono stati inanellati individui di altre 30 specie diverse, tra cui figurano anche il Martin pescatore e il Forapaglie castagnolo, specie incluse nella Direttiva europea 09/147/CE "Uccelli". Il Forapaglie castagnolo, che un tempo nidificava nell'area, è stato intercettato solo nel periodo autunnale. Gli esperti verificheranno nei prossimi anni l'andamento della comunità a partire da questi primi dati, poiché la qualità scientifica del progetto è direttamente connessa alla durata e alla ripetitività del monitoraggio.

Il direttore del Parco, Massimiliano Costa, che ha fortemente sostenuto l'iniziativa, commenta "Il monitoraggio è un'attività imprescindibile per valutare in modo oggettivo l'efficacia delle azioni gestionali, soprattutto in aree delicate, complesse e totalmente dipendenti dall'intervento umano come Punte Alberete. Desidero, pertanto, ringraziare il Comune di Ravenna per aver condiviso l'importanza di sostenere questa attività, mettendo a disposizione, assieme all'Ente Parco, risorse umane e strumentali".

Forapaglie castagnolo a cui è stato applicato un anello di riconoscimento
Forapaglie castagnolo a cui è stato applicato un anello di riconoscimento
Habitat caratteristico della foresta allagata di Punte Alberete
Habitat caratteristico della foresta allagata di Punte Alberete
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-twitter
© 2023 - Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po