Vai alla home di Parks.it

Parchi e Riserve Naturali Cuneesi

Banner Locale per la promozione del territorio

Itinerari



A piedi... in Valle Pesio

Ecco alcuni degli itinerari più suggestivi ed interessanti dell'area protetta:  l'escursionista potrà scegliere percorsi da fare a piedi, in mtb, a cavallo o con le racchette da neve, tutti ben segnalati; inoltre vengono anche proposti due grandi trekking (il Giro del Marguareis e il Giro dei Forti), che rappresentano una valida offerta di un soggiorno nei rifugi nel cuore delle Alpi Liguri. Nell'ottica di una promozione a più largo raggio del territorio sono stati anche selezionati alcuni itinerari (la Via delle Borgate e la Balconata di Ormea) siti nelle immediate vicinanze dell'area protetta.

Le raccomandazioni del guardiaparco
Si raccomanda di:

  • percorrere esclusivamente i sentieri segalati dalle tacche rosse e bianche
  • prestare massima attenzione ai pedoni nelle discese in mtb
  • nella stagione invernale, non calpestare i tracciati battuti dal gatto delle nevi e riservati ai fondisti, ma seguire gli itinerari segnalati
  • è consentito introdurre i cani su tutti i sentieri del Parco, ma devono essere assolutamente tenuti al guinzaglio.
Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Dal Colle del Murtè a S. BartolomeoDal Colle del Murtè a S. Bartolomeo
Il sentiero delle vecchie Borgate
Partenza: Colle del Murtè (trattoria dei Cacciatori)
A piedi A piedi
facile
4 h 30 m
Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: storia 
Il Giro delle CascateIl Giro delle Cascate
Quattro splendide cascate tra i magici boschi di abete bianco del Parco alta valle Pesio
Partenza: Pian delle Gorre
A piedi A piedi
facile
3 h
Elevato interesse: panorama Elevato interesse: fotografia 
Il percorso naturalisticoIl percorso naturalistico
Partenza: piazzale della Certosa di Pesio
A piedi A piedi
T - Turistico
 
Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna 
Il pian del CreusIl pian del Creus
Partenza: Località Ponte d'Ardua
A piedi A piedi
4 h
Tour dei FortiTour dei Forti
Itinerario in mtb e a cavallo
Partenza: Pian delle Gorre (Valle Pesio) o Upega (Valle Tanaro)
In bici In bici
impegnativo
4 giorni
Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia Elevato interesse: fotografia 
Tour del MarguareisTour del Marguareis
Partenza: Pian delle Gorre
A piedi A piedi
4/5 giorni



Con le racchette da neve in Valle Pesio

Nel Parco naturale Alta Valle Pesio e Tanaro le iniziative per escursioni invernali sono tante e adatte a tutti i tipi di escursionista e offrono scenari da favola. In compagnia di una guida esperta, o anche da soli, è possibile osservare tracce di animali selvatici come caprioli, cervi, cinghiali e lupi. Occorre però seguire rigorosamente i tracciati battuti per non incorrere in situazioni pericolose per sé e per gli altri.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Anello del Vallone di S. BrunoAnello del Vallone di S. Bruno
Escursione con le racchette da neve
Partenza: Certosa di Pesio
A piedi A piedi
Media
4 h
Elevato interesse: religione Elevato interesse: storia 
Il pian del Creus e il bosco del buscaièIl pian del Creus e il bosco del buscaiè
Escursione con le racchette da neve
Partenza: Località Ponte d'Ardua
A piedi A piedi
Media
4 h
Elevato interesse: flora Elevato interesse: fauna 
La via delle Borgate di FioleraLa via delle Borgate di Fiolera
Escursione con le racchette da neve
Partenza: Piazza Fraz. Fiolera
A piedi A piedi
4 h



Itinerari Escursionistici in Valle Pesio

Il più meridionale dei tre principali Parchi Naturali Regionali che si trovano in Provincia di Cuneo si estende in Alta Valle Pesio e in Alta Valle Tanaro. Istituito nel 1978 e più recentemente ampliato, copre oggi un'area di circa 6800 ettari.
Alla testata della valle si trova la vetta più alta delle Alpi Liguri, Punta Marguareis (m. 2651), nell'omonimo massiccio montuoso. Il massiccio del Marguareis, formato da rocce calcaree, presenta una imponente parete Nord, che si eleva quasi verticale per diverse centinaia di metri. La natura calcarea della roccia ha dato luogo a spettacolari fenomeni carsici: nel parco e nei territori limitrofi sono presenti più di 400 grotte e numerosi sistemi idrologici ipogei con spettacolari risorgenze sia in Val Pesio (la cascata del Pis del Pesio) che in Val Tanaro.

Altre informazioni



La balconata di Ormea

Semplice e rilassante trekking 4 stagioni di 40 Km, percorribile totalmente in 12 h o in 4 o più brevi tappe a piedi, a cavallo e in mountan bike. Il tracciato, nato nell'ambito della sezione CAI Ormea, vuole valorizzare i molteplici aspetti naturalistici, antropologici e architettonici che la riservatezza della Val Tanaro ancora offre. Può essere percorso in ogni senso e in più tappe facilmente collegabili con mezzi propri o con varianti a piedi.

Itinerario
La balconata di Ormea
Il percorso ha inizio da est, dalla Chiesa di San Giacomo di Eca, (poco distante la vecchia linea ferroviaria Ceva - Ormea e la st.28); lasciata la frazione si arriva a Borgata Vacieu e successivamente a Borgata Cariè e ai casolari del Zotto dei Girini, per poi scendere lungo l'antico sentiero lastricato ad Albra con la sua deliziosa chiesa del Santo Sudario. Si attraversa il profondo e nervoso corso del Rio Peisino e si risale poi alle case di Villaro. In leggera salita si giunge a case Aiola e ai Gialatti (seccatoio). A questo punto inizia la lunga traversata del Vallone del Rio Conche sino ai ruderi delle case di Peroldo Sottano prima e Soprano poi. Si ridiscende alla Valdarmella e si sale sino alla Colla di Chionea (belvedere a 360° su Pizzo d'Ormea, Antoroto, Galero e Armetta); svalicando si scende allíabitato di Chionea (Posto Tappa), alle Borgate di Alpisella Sottana e Rian per poi giungere a Chioraira, dal pregevole borgo ancora intatto e abitato, e ai casolari del Colletto fino ai Piani della Colma 1.500 m, punto più alto di tutto il percorso. Il tracciato prosegue per il caratteristico abitato di Quarzina, da qui per sterrata si passa attraverso le Borgate Biranco, Mellea, Fasce, Pollaio, Cacino; dopo un tratto asfaltato si inforca nuovamente il sentiero che attraversa il Rio Bianco e per bellissimi boschi giunge a Casa Bruciata. Da qui, per sterrata prima e asfaltata poi, si giunge a Viozene (servizio navetta estivo per il ritorno).

Altre informazioni

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente di gestione del Parco naturale del Marguareis