Vai alla home di Parks.it

“Se sapessi che”: un nuovo gioco per capire l’importanza dei Servizi Ecosistemici

Gioco da tavolo per scuole e famiglie sul valore generato dagli Ecosistemi naturali

(Mantova, 29 Gen 20) Come far comprendere ai bambini e ai ragazzi che cosa sono i servizi ecosistemici e perché sono essenziali per la vita sul pianeta? Con un gioco, capace di semplificare i concetti scientifici, economici e biologici alla base dei meccanismi che garantiscono la salute e il benessere delle comunità, incrementandone la ricchezza. 

Si chiama "Se sapessi che" lo strumento ludico-didattico elaborato a questo scopo dal Parco del Mincio nell'ambito del progetto Ecopay Connect 2020, finalizzato alla valorizzazione e alla conservazione del capitale naturale nei bacini idrici del Lago di Garda e dei fiumi Mincio e Po. 

Da utilizzare sia a scuola che a casa, "Se sapessi che" è un gioco da tavolo in grado di mostrare ai concorrenti quali prodotti, denominato Servizi Ecosistemici, vengono generati dagli Ecosistemi naturali, come le zone umide e le foreste, e da quelli di origine umana, come le città e le forme intensive di agricoltura, quali impatti i diversi ecosistemi hanno sulla vita dell'uomo e sulla biodiversità, e quanta ricchezza, anche economica, ha in sé un ambiente dotato di un ampio e variegato capitale naturale. 

Il gioco, con relative istruzioni, soluzioni e spunti di discussione, è scaricabile in versione pdf nella sezione multimedia del sito Ecopay Connect: clicca qui.

"I concorrenti potranno facilmente visualizzare come, tra i vari ecosistemi proposti, solo gli ecosistemi naturali sono quelli pienamente positivi, poiché forniscono tutti i Servizi Ecosistemici benefici, senza incrementare l'inquinamento – spiega il presidente del Parco del Mincio Maurizio Pellizzer -, mentre sono le attività umane che incidono sempre, nel bene e nel male, sugli equilibri vitali".

Finanziato da Fondazione Cariplo, il progetto Ecopay Connect 2020 è realizzato da Parco del Mincio, nel ruolo di capofila, in partenariato con Parco Alto Garda Bresciano, Parco Oglio Sud, Parco Oglio Nord, Agenzia Interregionale per il fiume PO (AIPO) e FSC (Forest Stewardship Council) Italia, e prevede investimenti per € 1.060.515,00 finalizzati al potenziamenrto delle reti ecologiche nel sistema di acque e ambienti del complesso Garda-Mincio-Oglio-Po.

Nell'ambito del progetto, Parco del Mincio realizzerà uno sgrigliatore per contenere il materiale flottante trasportato dal canale Osone nella riserva naturale Valli del Mincio, allo scopo di migliorare la qualità delle acque del medio Mincio.

 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco del Mincio